Tutti gli articoli di Giovanni

Povertà, Cabona (Assistenti sociali) “bene il REI, quale strumento per combatterla”

Comunicato stampa del 16 novembre 2017

Genova, 16 novembre 2017. Apprezzamento per la misura del REI, il reddito di inclusione, quale strumento per combattere la povertà, viene espresso dall’Ordine degli Assistenti Sociali della Liguria.

“Si tratta di uno strumento innovativo che – spiega Giovanni Cabona, presidente degli assistenti liguri intervenendo al convegno “No alla povertà, sì al lavoro e alla dignità attraverso il Reddito di Inclusione”, organizzato dal Gruppo PD Comune di Genova e Gruppo PD Regione Liguria e tenutosi a Palazzo Tursi – pur in ritardo rispetto ad altri Paesi europei ha carattere maggiormente universalistico del precedente SIA, il sostegno di inclusione attiva, avendo ampliato la platea dei cittadini che possono usufruirne”.

Cabona esprime apprezzamento anche per “l’emendamento alla Legge di Bilancio 2018 presentato dalla Senatrice Parente, prima firmataria, che prevede l’aumento della quota del fondo dedicata alle assunzioni di assistenti sociali e l’introduzione di una deroga ai divieti e alle limitazioni previste dalle norme vigenti in materia di assunzioni degli enti pubblici”.

“Se l’emendamento passerà al vaglio dell’Aula – dice ancora Cabona – consentirà di rafforzare realmente le strutture territoriali del servizio sociale professionale, senza il quale nessun provvedimento potrà essere realmente efficace, riducendo il REI ad un mero intervento economico fine a sé stesso.”

“I più di mille assistenti sociali liguri – prosegue – sono quotidianamente impegnati nel contrastare gli effetti della crisi economica che ha portato, secondo i dati ISTAT 2016, più di 100.000 liguri, di cui 24.000 minorenni, oltre la soglia di povertà”.

“Il REI fornisce ai colleghi uno strumento ulteriore con cui esprimere la propria professionalità e si fonda sulla metodologia specifica del Servizio Sociale professionale. L’emendamento presentato darà ulteriore stimolo e sostegno al loro intervento. Come Ordine professionale – conclude il presidente degli assistenti sociali della Liguria – vigileremo affinché non si registrino ritardi nell’applicazione delle misure e siamo fin d’ora disponibili a collaborare con tutte le istituzioni e organizzazioni, in primis con Alleanza per la povertà, per un continuo monitoraggio”.

 

Dicono di noi:

http://www.savonanews.it/2017/11/17/leggi-notizia/argomenti/attualit/articolo/poverta-cabona-assistenti-sociali-bene-il-rei-quale-strumento-per-combatterla.html

Share

Convegno: Famiglie fragili tra welfare e giurisdizione 30 novembre 2017

15/11/2017

 

Il CROAS Liguria ha il piacere di comunicare che il giorno 30 novembre dalle 15 alle 17 si terrà il convegno “Famiglie fragili tra welfare e giurisdizione”  a Genova presso il Centro Culturale, Formazione e Attività Forensi di Via XII Ottobre, 3 organizzato dalla Camera Nazionale Avvocati per la Famiglie e i Minorenni – Sede di Genova

Sono stati richiesti crediti formativi

PROGRAMMA

Share

Congresso: La prospettiva in sanità in un mondo che cambia

14/11/2017

PROGRAMMA

Abbiamo il piacere di presentare un interessante congresso sulle nuove prospettive dei Servizi sanitari  nei rapporti con le persone LGBT.
Genova 24 novembre 2017 ore 9:00 – 17:300 Circolo Ricreativo ENAL (CAP) Via Ariberto Albertazzi, 3 Genova

Sono stati richiesti i crediti formativi ed è stata avviata una convenzione tra l’Ufficio Nuovi Diritti della CGIL e l’Ordine degli Assistenti Sociali della Liguria per future collaborazioni.

Per iscrizioni inviare mail a: info@oasliguria.net

Share

Regione, Assistenti sociali, ‘da apprezzare il riordino nella valutazione e accreditamento delle strutture socio sanitarie’

 Comunicato stampa del 9 novembre 2017

Genova, 9 novembre 2017. Il Consiglio regionale della Liguria dell’Ordine degli Assistenti sociali è stato audito dalla II Commissione Salute e Sicurezza Sociale del Consiglio Regionale Assemblea legislativa della Liguria sul riordino complessivo dei criteri di valutazione per l’accreditamento e gli standard minimi strutturali ed organizzativi delle strutture socio sanitarie residenziali e semiresidenziali.

“La proposta relativa ai requisiti di autorizzazione e accreditamento – si legge nel documento degli assistenti sociali liguri – costituisce indubbiamente un notevole e apprezzabile impegno di riordino complessivo della materia rispetto alla varietà e complessità delle strutture portando ad omogeneità i criteri di valutazione per l’accreditamento e gli standard strutturali e organizzativi”.

La professione – anche in coerenza con il relativo codice deontologico – condivide alcuni presupposti del manuale nel quale sono raccolti i nuovi criteri. In particolare, si legge, sulla centralità della persona, come soggetto il cui benessere deve pienamente comprendere gli aspetti del sociale e relazionale; sulla qualità delle attività e delle prestazioni e sulla continuità assistenziale tra ospedale e territorio tra le diverse realtà territoriali, tra sistema sanitario e sistema degli Enti Locali e sistema del privato sociale e non; sullo sviluppo della cultura del miglioramento e delle buone pratiche e sulla formazione continua come strumento fondamentale per incrementare le competenze e affrontare i processi di miglioramento necessari.

Non mancano, tuttavia, alcuni rilievi. “La figura dell’Assistente sociale – si legge ancora nel documento dell’Ordine ligure – dovrebbe essere prevista in tutte le realtà socio sanitarie sia residenziali che semiresidenziali, ambulatoriali e territoriali proprio per le specifiche competenze a curare e sostenere i rapporti famigliari e quotidiani e per sviluppare specifici progetti di natura socio riabilitativa e di integrazione”. “Questa figura professionale – si legge ancora – deve essere indicata come figura specifica e non in alternativa ad altre, proprio per la sua competenza professionale e per non trascurare aspetti di vita dell’utenza fondamentali per il suo benessere”.

“Io credo che sia molto importante un continuo scambio di opinioni così come di consultazioni costanti tra i diversi attori che operano nel sociale – dice Giovanni Cabona, da poche settimane nuovo Presidente degli oltre mille assistenti sociali della Liguria; proprio per questo motivo  ogniqualvolta si affrontano materie sociosanitarie o sociali sarebbe opportuno avviare in precedenza un confronto con i competenti organi regionali per consentirci di fornire il nostro specifico contributo professionale in modo adeguato e tempestivo proprio al fine di assicurare un miglioramento dei servizi ai cittadini”.

Dicono di noi:

http://www.savonanews.it/de/2017/11/09/sommario/val-bormida/leggi-notizia/argomenti/sanita/articolo/regione-assistenti-sociali-da-apprezzare-il-riordino-nella-valutazione-e-accreditamento-delle-s-1.html

http://telenord.it/2017/11/09/regione-assistenti-sociali-da-apprezzare-il-riordino-nella-valutazione-e-accreditamento-delle-strutture-socio-sanitarie/

http://www.genovapost.com/Liguria/Cronaca/Assistenti-sociali-Cabona-Da-apprezzare-125158.aspx

Share

Al via gli incontri di aggiornamento tematici di servizio sociale – Esami di Stato

09/11/2017

 

Il Presidente Giovanni Cabona apre i lavori del Corso di preparazione agli Esami di Stato organizzati dall’Ordine degli Assistenti Sociali della Liguria in collaborazione con l’Università di Genova presso la nuova sede. Questo corso è un’occasione, sottolinea Cabona, per confermare l’impegno dell’Ordine per le nuove generazioni di professionisti. Il corso, che toccherà le principali aree di intervento dell’Assistente Sociale, prevede anche un laboratorio di scrittura professionale per approfondire le competenze comunicative dei candidati, e si concluderà entro il 21 novembre. Il presidente Cabona ha inoltre assicurato i partecipanti che sarà suo personale impegno la collaborazione con l’Università per raggiungere una formazione di base sempre più vicina alle competenze e conoscenze richieste dalla professione. Ha infine ringraziato la Prof. Maria Deidda per il lavoro di progettazione e coordinamento del corso, augurando ai partecipanti di accoglierli presto all’interno della Comunità Professionale.

Share

Incontri di aggiornamento tematici di servizio sociale – Esami di stato

03/11/2017

Rispondendo alle richieste giunte da parte di molti studenti anche per questa sessione l’Ordine organizza degli incontri di aggiornamento su alcuni argomenti significativi di servizio sociale in previsione degli esami di stato per l’abilitazione alla professione di assistente sociale.

Come anche in precedenza gli incontri si svolgeranno soltanto se saranno raggiunti 13 iscritti. La richiesta di iscrizione potrà essere inviata via email all’indirizzo info@oasliguria.net entro il 7 novembre 2017.

Il Corso si terrà dall’8 al 21 novembre presso la sede dell’Ordine a Genova in Via XXV Aprile 16/7.

Secondo il seguente calendario che potrà essere integrato da altri argomenti per i quali non è stata ancora definita una data.

 

Share

Campagna attivazione PEC 2018

27/10/2017

Con l’entrata in vigore del Nuovo Regolamento per il funzionamento del procedimento disciplinare locale il 1 gennaio 2018, sarà ritenuta violazione soggetta a sanzione disciplinare, ai sensi dell’art. 26 comma 1 lettera d, il mancato adempimento dell’obbligo di una Casella di Posta Elettronica Certificata, ai sensi del D.Lgs. 185/2008 e di darne comunicazione al consiglio regionale dell’ordine di appartenenza per gli adempimenti di legge.

Il CROAS Liguria dal 2014 fornisce gratuitamente agli iscritti l’indirizzo di posta elettronica.

Al momento 763 assistenti sociali della Liguria non sono dotati di PEC.

SE SEI ANCHE TU TRA QUESTI AFFRETTATI A FARNE RICHIESTA PER EVITARE DI INCORRERE IN FUTURO IN SANZIONI DISCIPLINARI.

Share

Avviso per la composizione del nuovo Consiglio Territoriale di Disciplina

26/10/2017

Il Consiglio regionale dell’ordine degli Assistenti Sociali della Liguria, nella seduta del 20 ottobre 2017 ha deliberato la pubblicazione del seguente avviso per la ricerca di assistenti sociali da inserire nell’elenco da sottoporre al Presidente del Tribunale di Genova per la nomina del nuovo Consigli Territoriale di Disciplina per il mandato 2017 – 2021. Il numero dei candidati deve essere doppio rispetto a quello dei componenti del CTD (11) e deve essere mantenuto il rapporto tra appartenenti alla Sez. A e alla Sez. B. Sono pertanto ricercati n. 14 iscritti di Sez. A e n. 8 iscritti di Sez. B.

AVVISO

“Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli assistenti sociali, in adempimento dell’art. 8 DPR. 137/2012, acquisito il parere vincolante del Ministero di Giustizia, ha approvato i regolamenti per la designazione dei Consiglieri Regionali di Disciplina con delibera n. 093/13 del 22 giugno 2013.
L’organismo disciplinare è per numero e composizione pari ai componenti del Consiglio Regionale dell’Ordine.
I colleghi che faranno parte del Consiglio di Disciplina verranno nominati dal Presidente del Tribunale da un elenco di candidati di numero doppio rispetto ai componenti effettivi.
Possono presentare la loro disponibilità ad essere nominati componenti gli Assistenti Sociali che abbiano i requisiti previsti dai regolamenti approvati, specificando che in riferimento all’art.4 lettera b. del ‘Regolamento per l’individuazione dei criteri di designazione dei componenti i consigli regionali di disciplina’, si stabilisce in minimo anni 3 di esperienza professionale per gli iscritti di Sez. B.
Le proposte di candidatura devono essere presentate direttamente dal soggetto candidato in carta libera, con allegato CV e lettera di presentazione debitamente sottoscritte, entro il giorno 15/11/2017 alle ore 12:00, consegnandola direttamente alla sede dell’Ordine Regionale in Via XXV Aprile n. 16/7, secondo gli orari di segreteria o attraverso PEC all’indirizzo: oasliguria@pec.it; oppure tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo: Ordine degli Assistenti Sociali della Liguria, Via XXV Aprile n. 16/7, 16123 Genova. In caso di spedizione farà fede il timbro postale.”

Regolamento per l’individuazione dei criteri di designazione dei componenti i Consigli regionali di disciplina

Share