Cancellazioni

La normativa regolatrice della cancellazione  dall’Albo Professionale, contenuta agli art. 10 comma 1. e 11 comma 1. del D.M. 615/94, può così riassumersi:
possono /devono cancellarsi dall’Albo

  • coloro che ne facciano domanda o d’ufficio;
  • coloro che non risiedono più nella Regione che costituisce l’ambito territoriale dell’Ordine Regionale;
  • coloro che sono stati condannati con sentenza passata in giudicato per un reato che comporta l’interdizione dalla professione (art. 10 comma 1.).

La cancellazione non è automatica quando l’Assistente Sociale va in pensione, ma deve essere disposta con provvedimento del Consiglio Regionale così come nei seguenti casi e decorre:

  • in caso di domanda dell’interessato/a, dalla data di ricevimento della domanda;
  • in caso di variazione della residenza, dalla data della variazione che deve risultare da certificato anagrafico; l’Ordine Regionale che accoglie l’A.S. trasferito/a fa decorrere l’iscrizione dal momento della cancellazione dall’Albo dell’Ordine Regionale di pertinenza;
  • in caso di condanna con sentenza passata in giudicato per un reato che comporta l’interdizione dalla professione, dalla data di passaggio in giudicato della sentenza che deve risultare da apposita certificazione. Si intende “passata in giudicato” la sentenza di condanna non impugnabile per decorrenza dei termini o per esaurimento di tutti i gradi di impugnazione.

La domanda di cancellazione può essere consegnata a mano o spedita per posta al Consiglio Regionale dell’Ordine e dovrà pervenire all’Ordine entro fine Febbraio , scadenza del contributo annuale, oltre tale termine la quota dovrà essere versata integralmente.
La comunicazione di avvenuta cancellazione viene comunicata all’interessato/a mediante posta.
La cancellazione dall’Albo inibisce l’esercizio della professione e l’utilizzo del titolo di assistente sociale anche se svolto a titolo gratuito.

Modulo-Cancellazione-agg.-Giugno 2017

Su successive indicazioni dell’Ordine Nazionale e sulla base della normativa vigente, le domande di trasferimento, iscrizione e cancellazione devono pervenire con marca da bollo di € 16,00.

IN CASO DI CANCELLAZIONE DALL’ALBO DEVI DISATTIVARE LA TUA PEC
Poiché gli account da cancellare potrebbero avere un certo contenuto di messaggi, è necessario che l’iscritto effettui uno scarico di responsabilità rispetto a tale contenuto (Modulo per recesso).

Share